TI SENTI SEMPRE STANCO, STANCA? E’ TEMPO DI PULIZIA!

Il corpo è dotato di organi emuntori che funzionano anche da filtri di depurazione: fegato, intestino, reni, polmoni, pelle e in parte per mezzo del sistema linfatico.
Il cibo confezionato, insufficiente o eccessivo, ricco di zuccheri e di sostanza denaturata, la sedentarità, l’inquinamento ambientale a tutti i livello (acustico, luminoso, dell’aria, etc) e lo stress, causano sovraccarichi a tali sistemi escretori; il processo di “pulizia” s’inceppa e le tossine in circolo aumentano, con il conseguente rallentamento del metabolismo. Tra i primi sintomi potrà far capolino la fatica, la perdita di energia psico-fisica, la scarsa lucidità mentale ed un sonno poco riposante. Senza parlare del processo digestivo che non sarà più efficiente come in altri periodi; ecco allora l’insorgere dell’acidità gastrica, del reflusso, del gonfiore all’addome, della ritenzione idrica e dell’irregolarità intestinale.
Come possiamo liberare il corpo di tutto il disordine generato?
La Natura in Primavera ci viene in aiuto per depurare il fegato, l’intestino, la vescica, i reni, la pelle e i nodi linfatici!

LINFA DI BETULLA, ELISIR DI SALUTE e di BELLEZZA

Ricca di calcio, magnesio, silicio, sodio e potassio contiene oligoelementi immediatamente biodisponibili come rame, ferro, manganese, zinco – così raro nel nostro cibo!
Aumenta il metabolismo e disintossica il corpo liscio (eczemi, herpes, psoriasi, dermatite del cuoio capelluto, etc).
Gli studi da parte dell’Università di Riga, in Lettonia, hanno dimostrato che la linfa di Betulla ha forti proprietà antiossidanti e rallenta gli effetti dell’invecchiamento.
Stimola la crescita delle cellule del derma e dell’epidermide e protegge le cellule della pelle contro lo stress ossidativo, compresi i raggi ultravioletti, l’inquinamento e gli effetti dell’infiammazione.
Contiene flavonoidi (come la quercetina), riconosciuti utili per potenziare i vasi sanguigni, abbassare la pressione sanguigna e ridurre la ritenzione idrica.
La moderna ricerca ha rivelato la presenza di betulino, una molecola che migliora l’insulino-resistenza, riduce le placche aterosclerotiche (che irrigidiscono le arterie e promuovono attacchi di cuore) e tratta iperlipidemia (troppo grasso nel sangue). Utile per l’anemia, tubercolosi, calcoli renali, gotta, artrosi, reumatismi, raffreddori e malattie della pelle.
Un recente studio condotto in Russia ha mostrato il potere sorprendente di questo prodotto per sostenere la funzione epatica in pazienti cronici, affetti da epatite C.
La ricerca ha inoltre mostrato che l’acido clorogenico tratto dalla linfa di betulla (ritrovato anche nel caffè) diminuisce l’appetito e riduce l’assorbimento dei carboidrati.
Promuove il drenaggio e lo smaltimento di acidi di scarto dal corpo (acido urico), per contrastare i dolori reumatici e i dolori articolari.
L’acido clorogenico modula l’attività del sistema immunitario per ridurre l’infiammazione nell’artrite reumatoide e il salicilato di metile presenti nella linfa esercita effetti simili a quelli di aspirina (acido acetilsalicilico) per controllare il dolore.

INSOMMA, UN VERO TOCCASANA!

Il raccolto della linfa di betulla fresca, non richiede abbattimento o maltrattamento degli alberi.
Dopo un piccolo foro orizzontale nello stelo, si lascia fluire la linfa goccia a goccia in una bottiglia attraverso un tubo, evitando l’intrusione di polvere e sporcizia nella struttura.
Un albero e’ capace di fornire facilmente da uno a due litri di linfa al giorno, o fino a cinque litri per un grande albero.
Nessun rischio di esaurire l’albero, esso produrrà solo il necessario.

E, raccomandazione: BERE, BERE, BERE, BERE!
Acqua, naturalmente! M

, , , , , ,

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu