La stanza arcobaleno

Voglio raccontarvi una parabola, una metafora della vita, che dice così: C’è una stanza, che chiameremo Stanza Arcobaleno. In questa stanza tutti i colori dell’arcobaleno si presentano in modo lineare, uno per volta, e cambiano a cicli di qualche migliaio di anni. La stanza ha bisogno di questo per esistere, ecco perché è chiamata la Stanza Arcobaleno. Per migliaia di anni la stanza è gialla, poi passa al blu, al rosso, ai viola, ai verdi e, lentamente, la stanza passa tutti i colori dell’arcobaleno. I colori fanno il proprio turno nello spettro, uno alla volta.

In questa stanza, vorrei presentarvi alcune creature – in gamba, intelligenti e sacre, tutte nate in un periodo in cui il colore della stanza era il rosso. Anche i loro genitori nacquero durante il ciclo rosso e persino i loro nonni. In effetti, fin dagli albori della loro storia, la stanza è sempre stata rossa. È tutto quello che hanno sempre conosciuto. Quindi, si potrebbe dire che essi hanno una coscienza rossa e si aspettano il rosso. Ovunque vadano lavorano con il rosso. Essi sono la gente rossa.

Nel tempo, la Stanza Arcobaleno comincia a fare quello che ha sempre fatto e, lentamente, passa al colore successivo, il viola. La stanza inizia a diventare viola. Che cosa succede a quelli che hanno sempre conosciuto il rosso? La prima cosa è la paura. La gente rossa dice “Arriva qualcosa di strano e insolito che non è mai successo prima! È oscuro e piuttosto spaventoso. Dobbiamo essere stati noi. Dobbiamo essere i responsabili. Non c’è altra spiegazione! Quindi, dobbiamo trovare un modo per fermare il viola. Dovrebbe essere rosso. Il viola è cattivo”.

Però, anche fra la gente rossa c’è qualcuno che dice “Noi diamo il benvenuto al viola. Non sappiamo perché sia qui, ma riconosciamo che è appropriato. Anche se siamo sempre stati rossi e non comprendiamo il viola, non lo temiamo. Le antiche profezie esoteriche ci avevano detto che un giorno sarebbe arrivato un cambiamento del rosso. Dio benedica il viola.”

E se ci trovassimo proprio adesso in questo passaggio, e tutto quello che è stato normale su questo pianeta, per tutte queste migliaia di anni, stesse per cambiare?
Rimaniamo nel flusso, con accoglienza, sapendo che tutto segue un grande e maestoso progetto che tutto tocca e nulla lascerà inalterato!

, , , , , , , , , ,

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu